Publication History

La Rivista intende essere uno strumento per coloro che sono interessati alla teoria e ai metodi filosofici, guardando soprattutto alle sollecitazioni della fenomenologia e dell’ermeneutica intese in senso non scolastico”, possiamo affermare, senza il timore di essere smentiti, che tale intento è stato pienamente realizzato e che “Segni e Comprensione” ha costituito, per tre decadi, uno specchio delle intersezione di saperi e metodi, che attraversano l’elaborazione teoretica, arricchendo il panorama filosofico culturale nazionale e internazionale.

Autorevoli Autori hanno animato, attraverso le pagine dei fascicoli di “Segni e Comprensione”, il dibattito filosofico contemporaneo su tematiche fondamentali, conducendo la Rivista all’approdo di un traguardo importante: 30 anni di pubblicazione.

La Rivista è stata, per questi lunghi anni, espressione di un momento fecondo di elaborazione di pensiero e di una consolidata attitudine alla riflessione e al confronto delle idee. Coloro che hanno mantenuto l’intreccio della trama sono stati:

-                  dal 1987 gli ideatori del progetto editoriale, il Direttore Giovanni Invitto e Angela Ales Bello Presidente del Centro Italiano Ricerche Fenomenologiche,

-                  il primo nucleo del Comitato di Direzione, con Angelo Bruno, Pio Colonnello, Antonio Delogu, Aniello Montano;

-                  e ora un vasto, nutrito e qualificato comitato scientifico nazionale e internazionale, che si è rivelato prezioso per i suggerimenti e le collaborazioni che ha attivato.

Dietro le quinte non c’è stato, dunque, un progenitore isolato, ma un gruppo di ricerca esercitato nel dialogo e necessitato ad aprirsi all’esterno, per misurarsi con le molteplici dimensioni e le infinite opportunità di produrre pensiero. I componenti del gruppo hanno arricchito, anche con i loro contributi, i fascicoli di “Segni e Comprensione”, consentendo quello scambio virtuoso di competenze, che ha reso credibile la linea editoriale, intesa a mettere a confronto, senza limiti, orientamenti diversi.

 



Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Se vuoi saperne di più consulta l'informativa estesa.



e-ISSN: 1828-5368